I.T.E.  “GIAMBATTISTA BODONI” Viale Piacenza, 14 - 43126 - Parma
Scuola senza fumo

A tutto il personale DOCENTE e ATA Agli ALUNNI e ai GENITORI

 

vietato fumare sia nei locali interni sia nei cortili delle scuole

 

Si ricorda al personale scolastico e a tutta l’utenza che, in base al Decreto legge 12 settembre 2013, n. 104, il divieto di fumo nelle scuole viene esteso, oltre che nei locali chiusi, anche alle aree all'aperto di pertinenza delle Istituzioni Scolastiche.

 

Si riporta il contenuto dell'art. 4 del D.L. 12/9/2013, n. 104, che stabilisce quanto segue:

 

  1. All'articolo 51 della legge 16 gennaio 2003. n. 3, dopo il comma 1 è inserito il seguente: "1-bis. Il divieto di cui al comma 1 è esteso anche alle aree all'aperto di pertinenza delle istituzioni scolastiche statali e paritarie.": quindi è vietato fumare sia nei locali interni sia nei cortili delle scuole;

 

2. È vietato l'utilizzo delle sigarette elettroniche nei locali chiusi ((e nelle aree all'aperto di pertinenza delle istituzioni del sistema educativo di istruzione e di formazione)) comprese le sezioni di scuole operanti presso le comunità di recupero e gli istituti penali per i minorenni, nonché presso i centri per l'impiego e i centri di formazione professionale;

 

  1. Chiunque violi il divieto di utilizzo delle sigarette elettroniche, di cui al comma 2, è soggetto alle sanzioni amministrative pecuniarie di cui all'articolo 7 della legge 11 novembre 1975, n. 584, e successive modificazioni.

 

Ai sensi e per gli effetti delle disposizioni sopra riportate, si ricorda che È VIETATO:

 

  • fumare negli spazi interni e nelle pertinenze esterne (giardini e cortili) di tutti i plessi dell'Istituto;
  • utilizzare sigarette elettroniche nell'Istituto e sue pertinenze.

 

Il divieto interessa tutto il personale scolastico, gli alunni. Inoltre esso si estende ai genitori ed eventuali visitatori che si trovino nelle aree di cui sopra.

 

Per gli ALUNNI che saranno sorpresi a fumare dentro i locali e/o nelle aree di competenza della scuola, saranno tempestivamente informati i genitori e, oltre alle sanzioni di tipo disciplinare, saranno previste delle sanzioni pecuniarie (multe), a carico dei genitori, come previsto dalla normativa. I genitori, responsabili dei minori, dovranno provvedere personalmente al pagamento delle multe.

I collaboratori scolastici e i docenti sono tenuti alla massima vigilanza sul rispetto delle norme, segnalando ai Delegati all’accertamento e contestazione dell’infrazione, con la massima tempestività, eventuali episodi di violazione delle presenti disposizioni.

 

                                                                                                              Il Dirigente Scolastico

                                                                                                             Prof.ssa Alessandra Tavoni

                                                                                                                                                                    

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.