Art. 106. I corsi serali sono riservati a studenti adulti, ovvero che abbiano compiuto i 18 anni. Non sono ammessi passaggi diretti dai corsi diurni ai corsi serali. Il Dirigente scolastico può, in via eccezionale, accettare iscrizioni al corso serale da parte di studenti provenienti dal corso diurno, o in generale di studenti minorenni, solo per gravi motivi, purché di età non inferiore a 16 anni.

Art. 107. Possono iscriversi alla classe III gli studenti adulti in possesso di certificazione attestante il completamento del percorso scolastico obbligatorio, comprensivo della promozione alla classe terza di qualsiasi percorso secondario di secondo grado, o in possesso almeno del diploma di terza media. In questo ultimo caso il consiglio di classe verificherà, entro il 30 dicembre, il possesso dei requisiti che consentono agli studenti, privi della promozione alla terza classe, di frequentare positivamente il triennio.

Art. 108. Possono iscriversi alle classi IV e V studenti in possesso di promozione, rispettivamente, alla classe IV e alla classe V, di altri ordini / indirizzi di scuole. In questo caso dovranno sostenere esami integrativi, secondo le modalità stabilite nella sezione VI del presente regolamento.

Art. 109. Gli studenti provenienti da paesi esteri possono iscriversi ai corsi serali sulla base della documentazione presentata; il Dirigente assegna lo studente alla classe successiva all’ultima frequentata nel paese di origine, previa valutazione dell’equipollenza del percorso formativo, e fatta salva la necessità di sostenere eventuali esami integrativi, secondo le modalità stabilite nella sezione VI dal presente regolamento.

Art. 110. Nessuna iscrizione può essere accettata dopo il 20 dicembre, ad eccezione delle domande di trasferimento da altra città o nazione.

Art. 111. Nei corsi serali possono essere accolti studenti “uditori”, in numero non superiore a 5 per classe, che potranno sostenere, al termine dell’anno scolastico, l’esame di ammissione alla classe successiva, o l’esame di stato, come privatisti, secondo le normative vigenti.